Se un partecipante all’evento manifesta sintomi durante il campo, uno fra tutti temperatura corporea >37,5°C: è necessario che sia messo in isolamento (con mascherina indossata), chiamare i genitori e farlo rientrare a casa appena possibile

Se un partecipante all’evento viene riscontrato positivo durante il campo: è necessario che sia messo in isolamento (con mascherina indossata), farlo rientrare a casa appena possibile e contattare i servizi territoriali preposti, che daranno indicazioni su come comportarsi. Dopo che il bambino/ragazzo è uscito dal campo, bisogna pulire le superfici e le aree interessate con prodotti igienizzanti.

Se un partecipante all’evento viene riscontrato positivo dopo la fine dell’evento medesimo: va fatta un’indagine retrospettiva sul rispetto delle misure anti-contagio tenute durante il campo; se tutti i contatti che la persona ha avuto durante l’evento sono rimasti casuali, dunque non stretti secondo la vigente definizione normativa, non sarà necessaria nessuna misura, salvo la comunicazione a tutti i partecipanti per ragioni di correttezza. Se, invece, dalla verifica dell’evento si sono ravvisate delle potenziali criticità è necessario comunicarlo all’autorità sanitaria competente per territorio, presentando i fatti avvenuti; saranno loro a indicare il da farsi.